Opzioni binarie, analizziamo la strategia di trading Butterfly

0

Il mondo delle opzioni binarie, grazie alla variegata disponibilità di tipologie applicabili con successo a mercati di maggiore o minore liquidità e volatilità, permette di differenziare le nostre strategie a seconda del tipo di opzione scelta. In questo articolo esaminiamo da vicino la strategia Butterfly, che permette di operare contemporaneamente su più opzioni binarie con successo.

Il termine “strategia per opzioni binarie Butterfly” fa riferimento ad un particolare metodo di trading che consiste nell’acquistare e vendere opzioni binarie a livelli di prezzo scaglionato, generalmente in modo che l’opzione a sia inferiore alla b, e la b inferiore alla c.

Tali opzioni sono accomunate dalla medesima data di scadenza, e ci danno la possibilità di utilizzare opzioni call nel caso in cui la posizione da acquistare sia short, viceversa per una posizione long possiamo utilizzare call e put, tenendo conto che la prima posizione sarà tipica di tutti i trader alla ricerca di un valore di ribasso.

La strategia Butterfly permette di concentrare in un trade questi aspetti ricordando che, al centro di questa impostazione, esiste il concetto di volatilità e di sua previsione da parte del trader.

E’ per questo motivo che una Butterfly di tipo long andrà presa in considerazione dai trader che hanno la sensazione che il mercato non verrà investito da particolari picchi di volatilità nel medio-lungo termine, mentre quelli che intuiscono l’arrivo di una liquidità particolare per il mercato in questione dovranno optare per una Butterfly short.

Una Butterfly in grado di darci remunerazioni positive, nel caso in cui il mercato non sia particolarmente volatile, ci può essere utile nelle seguenti condizioni: l’acquisto di un’opzione binaria call dotata di un prezzo A, oppure di un prezzo C, tenendo conto che è possibile effettuare un acquisto ed una vendita miscelata delle opzioni call e put secondo la strategia chiamata “Iron” Butterfly, cercando di trovarsi in una situazione in cui il trader intuisce una volatilità bassa del mercato ed è disposto ad ottenere un profitto sicuramente inferiore, ma soggetto a meno perdite.

Nel caso in cui la volatilità sia bassa o assente è possibile ottenere un payoff quando si raggiunge un prezzo mediano, limitando le perdite all’investimento della strategia.

Sfruttare la Iron Butterfly permette inoltre di raggiungere un profitto massimo quando il prezzo del titolo (sottostante) alla scadenza è uguale al prezzo di vendita delle opzioni put. Se invece le opzioni si trovassero al di sopra della scadenza delineata dal range del grafico con cui stiamo seguendo l’operazione, ci ritroveremmo con delle opzioni binarie out of the money e prive di valore; nel caso contrario avremmo un basso strike in cui sono concentrate le opzioni esercitate, capaci di compensare quindi il nostro investimento.

La strategia Butterfly, specialmente nella sua variante Iron, ci consente quindi di utilizzare un fronte di scadenza comune valutando allo stesso tempo la limitatezza del movimento del valore relativo al sottostante.

Poichè la perdita fronteggiata è pari all’esborso affrontato per acquistare le opzioni utili meno il guadagno per le vendite effettuate, tale strategia ci consente di abbattere almeno parzialmente i rischi dovuti ai trade abbastanza avventati che potrebbero erodere il nostro capitale.

opzioni-binarie-butterfly-01

opzioni binarie butterfly

opzioni binarie butterfly

Condividi

Lascia un Commento