Impariamo la strategia Straddle nel trading binario

0

 

Impariamo ad usare la strategia straddle nel trading binario, per meglio orientarci nei momenti in cui si registrano nei grafici variazioni di prezzo.

Le strategie finanziarie in ambito opzioni binarie vanno sempre più differenziandosi a seconda dei rischi teorici e tecnici a cui il capitale del trader può andare incontro in seguito ad operazioni per loro natura incerte.

Come moltiplicare quindi il profitto ottenibile nel mondo delle opzioni binarie, minimizzando al contempo il rischio economico? Impariamo ad usare la strategia straddle nel trading binario, per meglio orientarci nei momenti in cui si registrano nei nostri grafici variazioni di prezzo.

Lo straddle, nelle sue varianti base, prevede per il trader che la utilizza l’acquisto contestuale (o, viceversa, la vendita) di una singola opzione put e di una opzione call dotate delle stessa scadenza e uguale prezzo di esercizio, indipendentemente dal suo prezzo di mercato. Tale strategia risulta inoltre essere vantaggiosa in ogni contesto di movimento del prezzo, soprattutto in casi in cui si verifica una volatilità effettivamente elevata, in cui le variazioni tendono al rialzo ed al ribasso.

Lo straddle si configura, quindi, nonostante la sua applicabilità generale ad ogni condizione del market, come una tipica strategia opzioni binarie di tipo neutrale, imparando a prendere vantaggio delle oscillazioni del mercato, come avviene ad esempio sul cosiddetto “Long Straddle“, che identifica situazioni in cui si prevede che il market risentirà di un avvenimento impattante, tra cui la messa in commercio di nuovi prodotti rilevanti in ambito tecnologico o farmaceutico: imparando a percepire in anticipo questi segnali, potremo rilevare una volatilità in fase crescente, che ci permetterà di mettere in atto con la strategia Straddle un’operazione dal rischio contenuto, ma con possibilità di successo elevate.

opzioni binarie strategia straddle

Per capire come operare con la strategia straddle, impariamo ad osservare operazioni il cui costo sia congruente al timeframe che scegliamo, come ad esempio di 2 mesi: verifichiamo l’andamento globale del grafico restringendolo successivamente a finestre: potremo così sapere se l’asset in questione, per natura, è predisposto ad oscillazioni significative. Nel caso di un’eventuale perdita, il rischio finanziario è costituito dall’operazione di acquisto delle due opzioni put e call, tenendo quindi in considerazione il suo essere fondamentalmente una strategia a base debitoria.

E’ chiaro che andranno quindi prescelti, dal trader, titoli estremamente liquidi, che abbiano inoltre quotazioni piuttosto elevate e non contenute in un range di valori particolarmente ristretto, con differenza tra migliore prezzo di acquisto dell’opzione e sua vendita particolarmente bassi.

Importante, inoltre, saper controllare tramite grafico il livello di breakout, capace di ingenerare ulteriori movimenti, che possono incrementare in maniera anche duratura a tutto vantaggio del nostro trading.

Evidente, infine, che i profitti della strategia straddle potranno essere così rilevati: in caso di trend ascendente (rialzista), il nostro guadagno sarà costituito dall’apprezzarsi continuo dell’opzione binaria call, mentre in maniera corrispondente la put si deprezzerà, perdendo valore. Nel caso speculare, quindi in caso di trend discendente (ribassista), potremo trarre maggior beneficio dalla put, e sarà in questo caso la call a far discendere il proprio valore.

opzioni binarie strategia straddle

La strategia di ingresso da utilizzare è, come abbiamo fatto notare, un improvviso movimento in rialzo o ribasso dei prezzi, senza necessariamente aver chiara all’inizio la loro direzione. Per quanto riguarda la strategia di uscita, tener conto delle straddle uscendo circa 30 giorni prima della definitiva scadenza opzioni, valutando inoltre la capacità dell’opzione di restare “in the money” (ad un valore pari a quello di acquisto) badando di uscire nel caso in cui le perdite superassero il 50%, per poter sperimentare la strategia struggle con quanta più sicurezza possibile.

Condividi

Lascia un Commento