La strategia straddle nelle opzioni binarie

0

Numerosissime sono le strategie utilizzate in questo periodo all’interno del trading binario, ma una tra le più in voga porta il nome di strategia straddle. Si tratta di una tecnica che consente di ricavare un numero di profitti effettivamente illimitato, facendo si che il rischio associato alle attività di trading si riduca drasticamente.

La strategia straddle, se adoperata con criterio e costanza, può portare al raggiungimento di ottimi profitti in pochissimo tempo. Il termine straddle, dall’inglese cavalcare, sta a indicare l’attività di “cavalcare il mercato” puntando a quelli che sono i profitti migliori.

La cosa primaria da fare è tenere d’occhio, studiare e valutare attentamente grafici dei prezzi. La strategia straddle per le opzioni binarie non è, pertanto, applicabile in qualsiasi momento. In alcuni casi, infatti, è utile saper riconoscere quando è il momento di desistere e lasciar correre. Vediamo in breve come funziona la strategia straddle.

Come funziona la strategia straddle

Facciamo un esempio con le opzioni top down, anche se la straddle è applicabile anche a opzioni con rendimento maggiore come touch o interval, ma essa diventa di difficoltà elevata e, quindi, applicabile solo da traders con una maggiore esperienza. La strategia straddle per opzioni top down, invece, è quella che applicano tutti quelli che lavorano con il trading delle operazioni digitali.

Strategia Straddle

Lo straddle si applica sottoscrivendo sia un’opzione di tipo put sia un’opzione get, con le dovute accortezze. Per applicare lo straddle, inoltre, è utile e quasi obbligatorio, studiare attentamente il grafico che riporta i prezzi dell’asset sul quale vogliamo andare a compiere delle operazioni.
In genere, i migliori trader consigliano di operare con una time frame di cinque minuti, soprattutto per coloro che sono alle prime armi e non hanno ancora avuto modo di familiarizzare con questa strategia. Solo nel momento in cui si ha una maggiore esperienza in questo campo, è possibile ridurre il time frame: in tal modo si va ad aumentare la frequenza del trading e ci si assicura profitto sempre maggiori.

Se guardando il grafico, ci accorgiamo che il prezzo presenta una resistenza e un supporto ben definiti, possiamo ritenerci a cavallo e procedere con la strategia straddle. Laddove resistenza e supporto non sono presenti, non è possibile applicare tale strategia, pertanto se il mercato su cui siamo ha un trend ben delineato, la nostra strategia si limiterà a seguire il trend che possiede la scadenza minore. Laddove, invece, il supporto e la resistenza siano facilmente individuabili sul nostro grafico, monitoriamo l’andamento del mercato aspettando che il trend raggiunga uno dei due.

Strategia Straddle

La strategia straddle raggiunge il suo massimo funzionamento in entrambi i casi, che si tocchi il supporto o la resistenza. Prendiamo ad esempio il caso in cui il prezzo dell’asset raggiunga la resistenza. In tal caso, possiamo procedere immediatamente all’acquisto di un’opzione get: nello specifico, il prezzo ha raggiunto il suo valore più basso e quindi dai secondi successivi in poi, non potrà fare altro che risalire.

Nel complesso, è opportuno specificare che i profitti dipendono sempre dal valore del capitale investito. Se il trader ottimizza il capitale d’investimento su ciascun’opzione secondo le probabilità di successo, sarà possibile ridurre al minimo la perdita o non perdere affatto. Stando a un calcolo probabilistico, comunque, è maggiore la possibilità che si verifichino casi di profitto, che in genere è doppio.

Condividi

Lascia un Commento