Opzioni binarie, la strategia del “fuori intervallo”

0

Sono sempre più i broker che offrono la possibilità di utilizzare, oltre alle tipiche opzioni call/put, opzioni binarie di cui è necessario prevedere la chiusura all’interno di un range prestabilito del relativo prezzo. Scopriamo cosa comporta questa tipologia di investimento, in una strategia capace di sfruttare a dovere gli asset che stiamo negoziando.

Sicuramente, se siamo trader navigati e abbiamo maturato esperienza in molteplici tipi di opzioni, oppure in metodi di moltiplicazione del guadagno come il Double Up, avremo utilizzato o preso in considerazione le opzioni binarie ad intervallo.

Conosciute internazionalmente anche con il nome di opzioni Boundary, sono note per consentire al broker la definizione di un range di prezzo, di cui viene offerto un margine superiore ed uno inferiore, corrispondenti rispettivamente ad un prezzo massimo ed uno minimo.

Affinché il trader possa chiudere in the money l’investimento, il prezzo degli asset considerati dovrà essere ovviamente compreso in tale intervallo.

Una strategia perfezionabile a seconda delle attitudini e dell’esperienza del trader, in grado di sfruttare completamente il potenziale delle opzioni Boundary, è quella del “fuori intervallo”. Tale tecnica consiste nel prendere nota di determinati dati economici pubblicati regolarmente nel calendario offerto dal nostro broker, oppure nei giornali relativi alla macro-finanza.

Le notizie in grado di catturare la nostra attenzione saranno quelle che permetteranno al mercato in considerazione di spostarsi in una qualsiasi direzione con riferimento al trend disegnato sul grafico analitico.

Nel caso in cui la scadenza relativa all’opzione e la pubblicazione dell’informazione economica di nostro interesse siano concomitanti, possiamo acquistare una opzione OBIF, ovvero “Opzione binaria ad intervallo fuori“, nei momenti che precedono la scadenza. In questo momento, si verificano fluttuazioni dell’intervallo del prezzo: per chiudere favorevolmente il trade aspetteremo che esso raggiunga un valore maggiore dell’investito.

L’applicazione della regola vale anche nel caso in cui l’opzione scada qualche momento successivo alla pubblicazione della notizia (dato economico), eliminando il carattere della necessaria tempestività nella decisione dell’investimento, permettendoci invece di sfruttare l’occasione di osservare il mercato pochi minuti dalla scadenza effettiva, acquistando una opzione OBIF.

La strategia relativa alle opzioni con intervallo al di fuori dalle normali fluttuazioni del market che abbiamo sotto osservazione permette di concentrarci su elementi di grande volatilità.

Per poter capire al meglio quando sfruttare questa categoria di opzioni binarie a ridosso della pubblicazione di dati economico-finanziari di importante rilievo, possiamo tentare di sfruttare anche l’analisi di resistenze e supporti pregressi.

Per misurare la volatilità del mercato prendiamo quindi in considerazione un consuntivo (detto historical) ed un preventivo sulla futura flessione prevista dagli operatori e dagli altri trader, i quali potrebbero attuare una strategia di tipo “bid o ask” ricavando un prezzo complessivo che si presume relativo al futuro valore dell’opzione considerata.

Teniamo inoltre in considerazione il fatto che anche un mercato di spiccato valore di volatilità tende a conoscere dei momenti di “mean reverting”, letteralmente rientro nella media, riferito al ritorno fisiologico del market ad una condizione standard dopo aver toccato alcuni picchi di crescita o decrescita all’interno di un timeframe, anche di lungo periodo.

Confrontare i diversi intervalli di validità delle opzioni prima che vadano out of the money rappresenta inoltre il tocco finale della strategia, che ci porterà ad avere successo anche in mercati fluidi e differenti per tipologie di asset scambiati.

opzioni binarie strategia fuori intervallo

opzioni-binarie-fuori-intervallo

opzioni-fuori-intervallo

Condividi

Lascia un Commento