Opzioni binarie a breve termine: la media mobile spostata

0

Nonostante un consistente aumento dei trader che cercano di ottenere profitto sul lungo termine, esistono numerosi investitori che si affidano ancora alle opzioni binarie a scadenza breve per ottenere risultati applicando al timeframe preso in considerazione alcuni accorgimenti essenziali: scopriamoli in seguito.

Il mondo delle opzioni binarie, grazie alla flessibilità delle nuove piattaforme e soprattutto dalle esigenze di immediato guadagno dei trader, viene sempre più arricchito da proposte di investimenti a breve termine. Ciò consente l’applicazione di nuove strategie appositamente studiate per ottenere risultati consistenti entro i 60 secondi dall’apertura di una posizione sul market messo a disposizione dal nostro broker opzioni binarie prescelto.

Utilizzando gli indicatori dell’analisi tecnica incorporati dal nostro broker sulla piattaforma che ci viene messa a disposizione, possiamo mettere a frutto alcune tecniche, tra cui quella della media mobile spostata, per portare questo tipo di analisi al massimo del profitto.

Iniziamo con l’aprire il nostro grafico in cui verranno visualizzati gli asset prescelti in base ad un’analisi macroeconomica efficace, basata possibilmente sulle nostre esperienze pregresse. Una volta impostatolo, potremo aprire la relativa opzione (prevista sulle piattaforme dei maggiori broker tra cui TopOption, 24Option e numerosi altri) aggiungendo ai parametri di periodo e spostamento i valori di 14 e 7. Aggiorniamo il tutto scegliendo la scadenza del timeframe ad un minuto, quanto occorre per far sì che la strategia abbia il suo funzionamento.

Il tutto risulta essere particolarmente valido se il profilo con cui chiudiamo è alto (ovvero, le candlestick di colore verde intersecano il grafo tracciato dalla linea di media mobile dal basso all’alto concludendo così la propria azione) oppure, se basso, nel caso in cui le candlestick rosse richiudano i valori presi in considerazione nel grafico partendo dall’alto verso il basso.

Si deduce da ciò, quindi, il perché di questa strategia: le medie mobili vengono create spostando successivamente o precedentemente il timeframe considerato, cercando quindi di studiare e definire allo stesso tempo il trend in formazione e riducendo inoltre il numero di “fake” o segnali falsi.

Una buona strategia alternativa è inoltre costituita dalla possibilità di impostare una media mobile a carattere semplice, spostandola poi di un numero predefinito di periodi nel timeframe fino al momento in cui essa conterrà quasi completamente prezzi e valori di un trend ben marcato sul grafico.

Chi desiderasse applicare questa strategia anche ad analisi a lungo termine, deve tenere in considerazione le posizioni di chiusura, se sotto o sopra la media, e l’eventuale “rottura” dei massimi delle barre tracciate dal grafico, per rendere le prossime entrate ottimali.

La media mobile è sempre stata uno strumento alleato dei trader degli ultimi anni e, per utilizzarla al meglio, va considerata una semplice regola: acquistare quando il valore del prezzo parte dal basso verso l’alto, rompendo oltre la media mobile, e vendere nel caso speculare, ovvero quando il prezzo, dall’alto al basso, oltrepasserà il valore di media mobile.

Tenendo conto di questi suggerimenti, appositamente creati per opzioni binarie 60 secondi, possiamo inoltre mettere a rischio una parte molto esigua del capitale, dal momento che potremo ottenere risultati immediati e favorevoli investendo anche meno di quanto il nostro money management consenta di solito.

Condividi

Lascia un Commento