Come guadagnare grazie ai dati macroeconomici

0

Nel variegato mondo del Forex e delle opzioni binarie, la maggior parte delle strategie, per quanto diverse e destinate a coprire più aspetti dell’esperienza di trading, fa riferimento principalmente alla nostra capacità di sfruttare i dati macroeconomici offerti dal mercato globale per decidere ed interpretare le nostre prossime mosse.

Scopriamo, quindi, come prenderne vantaggio e guadagnare con le opzioni binarie.

Indipendentemente dal paese in cui viviamo ed esercitiamo la nostra attività di trader, la capacità di prevedere i trend e i moti dei mercati internazionali rappresenta il discrimine tra un trader alle prime armi ed un vero professionista, soprattutto per quanto riguarda le tecniche di scalping applicabili nelle opzioni binarie a breve, ed in asset popolari quali Euro/Dollaro e accoppiate simili.

Migliaia di trader, sfruttando grafici storici e strumenti analitici per riuscire a conseguire un profitto, si aiutano con dati provenienti dall’analisi ravvicinata macroeconomica delle condizioni degli USA, della borsa di Londra, Tokyo o della situazione dell’eurozona.

Con riferimento a quanto succede in questi mercati, si possono configurare infatti diverse situazioni che possono portarci a scegliere le opzioni a medio e lungo termine Put e Call, in maniera direttamente dipendente dal trend mondiale.

I principali dati da considerare sono, perciò: gli indici dei prezzi principali al consumo (su un range temporale mensile ed annuale) e le ultime novità tecnologiche e sociali che comportano cambiamenti drastici nelle abitudini di acquisto o fruizione dei beni negli Stati Uniti o in altri paesi direttamente influenzati da essi.

Una volta che sarà resa nota la situazione economica a livello globale, potremo impostare una strategia per guadagnare, ad esempio, a breve, con opzioni binarie 1 minuto, impostando un timeframe di riferimento sul nostro grafo candlestick cercando di rilevare il momento giusto per studiare il comportamento dell’accoppiata Euro/Dollaro.

Possiamo così considerare le cosiddette notizie “positive”, ovvero quelle a cui si assiste quando i dati ufficialmente rilevati a livello economico superano le aspettative, intervenendo con una Call in questo primo caso, scegliendo invece put nell’eventualità opposta.

Teniamo quindi in considerazione il rapporto tra le due valute e quale delle due stia realmente trainando l’altra, puntando sulla prima o la seconda grazie ai rapporti di forza che si sono instaurati.

Durante l’osservazione del nostro grafico potremo quindi osservare alcuni timeframe in cui una delle due valute recupererà inesorabilmente sull’altra, oppure conserverà una posizione neutrale, rendendo i dati attesi identici a quelli effettivamente disponibili. In tale situazione si manifesterà lo status di fiducia degli investitori e si configurerà il trend in maniera rialzista o ribassista, dando luogo a veri e propri fenomeni bullish o bearish.

Portare nuove opzioni a profitto dipende, in questo contesto, da un’osservazione sistematica delle candlestick, esaminando quale importo spendere per la disponibilità di ognuna, evitando di congestionare le nostre possibilità di guadagno puntando troppo sull’unica spinta di una valuta rispetto all’altra.

Come possiamo notare, analizzare il mercato a livello macroeconomico ha diretta incidenza sulle nostre scelte in merito al guadagno con le opzioni binarie: accertiamoci quindi di aver scelto un market che siamo in grado di supervisionare con costanza, essendo pronti a modificare le nostre strategie sul breve termine per ottenere veloci guadagni.

Condividi

Lascia un Commento