La strategia del Money Management in opzioni binarie

0

Come di certo saprete, l’organizzazione della disponibilità dei fondi monetari nelle attività di trading online, così come la scelta di strategie per opzioni binarie opportune e proporzionate alle nostre capacità, rappresentano due dei fattori essenziali per la riuscita in questo campo, soprattutto se si mira alla creazione di capitali a lungo termine.

Nonostante questo, alla base delle nostre strategie non deve mancare un componente essenziale: la gestione del denaro, nota a livello internazionale come “money management“, da adeguare in relazione alle tattiche di trading da noi scelte e agli obiettivi prefissati iniziando l’attività.

Supponiamo infatti di aver studiato una strategia per opzioni binarie che ci consente di ottenere successo in sette casi su dieci: la nostra gestione del capitale dovrà quindi essere proporzionata in modo da avere sempre sufficienti fondi per coprire le perdite in questione nei tre casi rimanenti, consentendoci comunque di proseguire il trading con serenità. A tale scopo si rivela utile, forse indispensabile, l’uso di un foglio riepilogativo dei nostri trade.

money management

Esempio di foglio di calcolo per la gestione della nostra attività di trading con le opzioni binarie.

Sottovalutare l’impatto di alcuni trade negativi rende inoltre i trader alle prime armi ancora più in necessità di una buona strategia di money management: molto spesso, infatti, ricevere bonus di ingresso al momento dell’iscrizione alla piattaforma per opzioni binarie scelta, incentiva l’investitore inesperto a spendere l’ammontare della cifra ricevuta in molti trade successivi dall’importo ridotto, credendo di essere al riparo da possibili conseguenze negative.

Nel momento in cui invece si verificano alcune perdite in denaro, anche se di valore minimo, il trader sarà invogliato a ridurre l’ammontare degli investimenti, finché non avrà perso tutto il capitale a disposizione, proprio perché non è stata impostata a priori una buona strategia di gestione del capitale. Quest’ultima deve naturalmente essere flessibile per adattarsi a tutti i tipi di trade e di opzioni, evitando di assegnare delle somme al nostro budget in via del tutto casuale, o ancor peggio in misura fissa, senza tener conto della situazione affrontata al momento, oppure dei trend in formazione sui grafici.

Ogni trader può scegliere ovviamente una strategia di money management personalizzata, ma è sempre bene tener conto di una valutazione storica dei propri trade: una buona regola è prendere nota degli investimenti falliti e rapportarli al numero di quelli riusciti, su un numero totale di 100 trade effettuati, tenendo conto inoltre dei ritorni monetari della piattaforma su cui ci si è iscritti, anch’essi quantificati in percentuali.

Il numero che otterremo rappresenterà una cifra che potrà indicare, variando nel tempo, la nostra percentuale di successo su un numero fissato di trade: tenendola in considerazione, possiamo scegliere con molta più cura quali cifre assegnare ad ogni scambio, oppure all’intera attività giornaliera o settimanale nel mondo delle opzioni binarie. Ricercare con costanza i punti di breakout all’interno dei nostri grafici, in cui è più probabile investire con successo, rappresenta inoltre un’altra strategia da combinare alla corretta gestione del denaro.

money management breakout

Grafici per determinare i punti di breakout nel trading

Si tratta di strategie che ovviamente possono essere testate all’interno delle piattaforme demo fornite nella maggior parte dei casi dai principali broker, e che possono permetterci frutti consistenti in termine di maturazione del capitale disponibile, oltre a salvaguardarci, in gran parte o del tutto, dal possibile intaccamento della somma da noi dedicata all’attività di trading online.

Condividi

Lascia un Commento